Rustica, vigorosa e ottima pascolatrice, la si scorge tra le alture più impervie procedere lentamente tra gli anfratti che pare conoscere a menadito. Ed infatti, allevata da secoli in contesti marginali, la Grigio Alpina ricava in quasi totale autonomia il sostentamento necessario alla sopravvivenza. Ciò conferisce alle carni – già per natura di particolare pregio – caratteristiche di unicità, che si esprimono attraverso profumi di pascolo e la piacevole scioglievolezza della marezzatura, capace di rendere il tessuto connettivo addirittura vellutato.
Allevate secondo natura, con ricoveri studiati appositamente per assicurare il benessere animale durante gli inverni più rigidi, le mandrie si cibano esclusivamente dell’erba di montagna e foraggio.